414
La crescita sul campo negli ultimi anni ma anche e soprattutto quella fuori dal terreno di gioco. Il Milan ha saputo portare avanti entrambe le questioni. Non è un caso infatti che allo scudetto vinto nell'ultima stagione, si è aggiunto il primato in Italia a livello di marchio. Il club rossonero è il primo brand davanti a Real Madrid e Napoli. In Italia ma non solo, perché la storia del Milan è ricca di successi in giro per il mondo e anche in Cina e negli Stati Uniti risulta essere il primo club italiano.

Emblematico soprattutto il posizionamento nel mercato cinese, dove i rossoneri sono al secondo posto, davanti a super potenze come Barcellona e Manchester United. Quarto posto in questa speciale classifica per l'Inter e sesto per la Juve. Uno sviluppo evidenziato dall'analisi di Brand Finance Institute, secondo cui il Milan è il club cresciuto più velocemente. Il valore del marchio è infatti aumentato del 76% rispetto alla passata stagione. Merito ovviamente anche dei risultati sportivi ma che fonda le radici sul progetto complessivo che la società ha portato avanti nel tempo. 
Nello studio prodotto da YouGov, che ha analizzato i dati del “Football Index", sono sei gli indicatori presi in considerazione per capire lo stato di salute dei vari brand calcistici. Innanzitutto la gestione del club, di cui il Milan rappresenta ad oggi un modello positivo. Poi, ovviamente, anche il valore dei giocatori e dell'allenatore oltre all'espressione di un gioco attrattivo e la percezione di successo. Infine, la cultura del tifo e la tradizione del club. Quest'ultimo aspetto in particolare, ha sempre accompagnato il Milan anche nei momenti più difficili, a cui adesso si è aggiunto tutto il resto.