34
Paolo Maldini aveva raggiunto un accordo di Massima con Nicolò Zaniolo ma la proprietà rossonera non intende stravolgere il piano d'investimenti dettato questa estate. Ne parla la Gazzetta dello Sport, che spiega come tra le due parti si sia creata tensione. 

“A gennaio, quindi, il Milan può investire qualche milione, magari quelli garantiti dalla qualificazione agli ottavi di Champions, ma non stravolgere il suo piano di investimenti. E Zaniolo da un lato è un grande talento tecnico e atletico, dall’altro ha vissuto infortuni gravi e ha deluso più volte sul piano dell’applicazione. Un investimento su di lui, soprattutto nell’ordine dei 30 milioni, per la proprietà comporterebbe probabilmente rischi troppo alti. Sullo sfondo, ma non troppo, naturalmente resta il tema dei rapporti tra RedBird e Maldini - che ieri ha sentito il manager dell’attaccante – con l’autonomia dell’area tecnica fissata dal rinnovo di contratto del primo luglio. Un accordo arrivato dopo giorni di tensioni, più che sulla spinta di un rapporto fiduciario convinto”.