5

Lunga l'intervista rilasciata da Adriano Galliani ai microfoni di Milan Channel. Ecco le sue parole: "La squadra ha reagito in modo diverso rispetto allo scorso anno quando eravamo stati eliminati dal Barcellona. Oggi ci voleva questa vittoria. E' un campionato al di sopra di sempre da quando c'è Allegri, è un campionato super, super, super. Peccato aver giocato a Barcellona senza Pazzini e Balotelli. Oggi abbiamo avuto un pizzico di buona sorte. A Barcellona quando ci sono stati i tre minuti di recupero erano tutti terrorizzati. Fino al 92' abbiamo avuto la possibilità di passare il turno: questo è. Al 181' eravamo ancora in corsa per la qualificazione. Ora pensiamo solo al campionato, dobbiamo riconquistare la Champions. Sperando di non avere Barcellona e Real come nei quattro anni scorsi . I nostri tifosi sono fantastici, soprattutto la Curva. Lei è fantastica da tutto l'anno. Loro hanno fatto gli straordinari nelle prime gare, quando non hanno fatto contestazione. Ora arriviamo da un filotto super, è normale che non ci sia contestazione, a parte l'eliminazione con il Barcellona. Noi all'inizio eravamo nel gruppo delle ultime. Mi pare che stiamo vincendo da un girone in casa. De Sciglio? Lui è destro e sinistro come Maldini. Trovo che giochi meglio a sinistra che a destra. Deve mettere ancora un po' di muscoli. Se Mattia riuscirà a mettere ancora un po' di muscoli sarà come Paolo Maldini. Boa? Fa un'ala destra atipica. Lo fa con grande caparbietà e grande volontà. Fino a pochi mesi fa non era sua quella posizione. Ho sentito poco fa il presidente, è impegnato con la politica. Si è ripreso per il problema all'occhio. L'ho visto determinato e concentrato, la politica necessita di molte cure. Centrocampista? Ne arriveranno due: De Jong e Saponara. E c'è anche Cristante. Noi abbiamo una buona squadra. Se l'anno venturo si partirà normale ci giocheremo lo scudetto. Stiamo dimostrando da 21 partite di giocare da primi in classifica, purtroppo abbiamo avuto due mesi di lavoro in corso. L'anno prossimo non ci saranno. Da chi ci guardiamo? Io temo di più la Fiorentina: gioca meglio a calcio, anche di noi e Napoli. E poi il loro calendario è in discesa: deve affrontare solo Roma e Milan, le altre sono abbordabilissime. Certo, il Napoli ha due punti in più di noi..."