35
Serata evento questa sera per il Milan: alla discoteca Byblos di Milano, i rossoneri presentano la maglia ufficiale per la stagione 2013-2014. 
 
A inizio serata, l'ad Adriano Galliani duetta con Jean Michel Granier, presidente di Adidas. Galliani parla in modo molto convinto di economia e dice: "Visto che qui ci sono molti banchieri vi faccio vedere che ne so dell'argomento", al che Granier risponde dicendo: "Ti assumo allora". E Galliani replica: "Quando mi manderanno via dal Milan ci penserò...". 
 
Poi il dirigente rossonero torna serio e, a proposito di mercato, parla del giapponese Keisuke Honda, per il quale oggi c'è stato un incontro nella sede del club, in via Turati: "Speriamo che si possa fare a breve l'affare, per gennaio". 
 
Su Robinho, ai microfoni di Sky: "Resta assolutamente ed è felice di restare. La trattativa col Santos è definitivamente finita. Va bene così. Rinnovo? Con calma". 
 
E ora cosa succede con Ljajic? "Ora non è più un nostro obiettivo. Compriamo solo se qualcuno parte". 
 
A Mediaset Premium, invece, Galliani parla di Boateng, Flamini, Matri e Niang: "Boateng? Non ha mai chiesto di essere ceduto e non c'è stata alcuna richiesta per lui. Non c'è nessuna trattativa in corso. Possibilità di riagganciare Flamini? Zero, è arrivato Poli. Ora numericamente siamo ok. Dal Milan sono usciti quattro giocatori e ne sono entrati altrettanti. Matri? Direi di no perché abbiamo due prime punte: Balotelli e Pazzini. Niang in uscita? Non è sul mercato".

Infine, sulla Juventus: "a Juve ha vinto il campionato, è assolutamente la favorita. Cosa possono fare i nuovi acquisti in più rispetto ai vecchi lo vedremo a fine stagione. Chi vince lo Scudetto è la favorita d'obbligo".