19
Adriano Galliani, ad del Milan, parla ai microfoni di Milan Channel dopo Milan-Sampdoria 4-1: "Abbiamo fatto una buonissima partita, calmiamoci con le svolte".

Sul 4-4-2: "A me questo modulo piace, ma continuo a pensare che il problema sia di atteggiamento. Poi certamente ci sono moduli che vanno meglio e alcuni che vanno meno. Con questo modulo copri meglio ogni zona del campo, poi è quasi un 4-2-4 con Cerci e Bonaventura che spingono molto. Molto bene, non so se c'era quel rigore lì o no su Eder, comunque va bene così. Abbiamo una settimana con due partite, martedì Crotone e poi Carpi".

Sulla partita con la Juventus e le differenze con stasera: "Giocata male da entrambi le squadre, però quando si perde dobbiamo stare zitti, mentre stasera possiamo parlare. Questo modulo esalta i nostri esterni. Questa sera voglio fare un plauso particolare a Niang, non dimentichiamo che ha 20 anni, e al fatto che abbiamo finito con 8 italiani, un segnale della direzione in cui vogliamo andare".

Su Niang: "Giocava nel Caen, andai a prenderlo perchè ci sembrava un gran talento. Il merito che mi do è aver resistito con Preziosi che mi chiedeva il diritto di riscatto, che voleva a tutti i costi. Ringrazio comunque il Genoa per aver contribuito alla crescita di Niang".
Su Bonaventura: "Mi ha sempre impressionato anche con l'Atalanta, sta crescendo e maturando ulteriormente. Io ho la convinzione che ci siano giocatori sopravvalutati e molti sottovalutati, bisogna essere bravi a trovare quelli della seconda categoria. Questo bel 4-4-2 mi ricorda i vecchi Milan e direi che ha funzionato questa sera".

Su Balotelli e Bertolacci: "Credo possiamo recuperarli tutti e due prima di Natale. Mario è felice, perchè si sveglia e non sente più dolore. Lunedì comincerà a calciare, però è da 2 mesi che è fuori, per cui dobbiamo andarci piano. Speriamo di averlo il 20 dicembre per il Frosinone. Operata da una super professionista con una tecnica particolare e da cui vanno tanti giocatori a operarsi".


NEL PRE-PARTITA, GALLIANI AVEVA PARLATO A MEDIASET PREMIUM. SU MONTELLA: 'CI ABBIAMO PENSATO...' LEGGI QUI.