Commenta per primo

Dopo la gara persa con il Tottenham, il centrocampista del Milan Rino Gattuso si è scusato per il comportamento tenuto in campo, in particolare nei confronti del vice allenatore degli Spurs Joe Jordan: "Ero nervoso per le parole che ci siamo detti, altrimenti avrei litigato con un giocatore e invece ho litigato con lui. Non sto qui a dire quello che ci siamo detti, ho sbagliato io e basta. Parlavamo in scozzese, lui è scozzese, io ho giocato in Scozia".

"La colpa è mia perché andare a litigare con una persona più grande e fare quello che ho fatto, è sbagliato e basta - aggiunge Gattuso -. Più di dire che ho sbagliato non posso dire. Ho perso la testa, ho fatto cose che non dovevo fare e mi assumo tutte le responsabilità. Lui mi ha rotto le scatole per tutto il secondo tempo ma io non dovevo reagire così nei confronti di una persona più grande di me. Una squalifica? Aspetto le decisioni sull’accaduto e le accetterò".