Nell'arco di un campionato ci sono partite che cambiano una stagione, gare che se vinte possono darti uno slancio tale da farti ottenere risultati che vanno ben oltre le tue possibilità. Ecco, quella di oggi può essere una di queste. Per come è arrivata, per quando è arrivata e grazie a chi è arrivata.

Chiaro che non è una gara o un gol a cambiare il giudizio su André Silva, ma piuttosto abbiamo avuto la conferma di quanto sia importante la gestione di Gattuso sull'intero gruppo. Ha raccolto una situazione drammatica in cui pochissimi (anche in società) credevano in lui e nelle sue capacità. Pure qualche trombettiere di corte lo reputava inadatto, seppur rigorosamente a taccuini chiusi e microfoni spenti.

Se nonostante tutto questo Gattuso è riuscito a tenere motivato anche un corpo estraneo alla rosa come Silva, significa davvero che è uno speciale, un leader come non se ne vedevano a Milanello da anni. Lui stesso sa di aver ancora tanto da imparare sotto l'aspetto tattico, ma l'importante è che il tempo di farlo gli venga concesso, anche nella prossima stagione. Legare la sua permanenza a una rimonta che avrebbe del miracoloso sarebbe assurdo e miope davanti al lavoro svolto da Rino finora.