26
Milan-Sampdoria 4-1

Donnarumma 6: migliore in campo nelle precedenti uscite con Atalanta e Juventus, oggi un fantasma a parte l'intervento nei primi minuti su Soriano. La notiza è ottima per il Milan, incolpevole sul rigore.

Abate 6: più attento alla fase difensiva che a quella di spinta come gli chiede Mihajlovic, ordinato.

Alex 6: sbanda solo in un'occasione nel secondo tempo, ma il Milan ha già messo in cassaforte la partita.

Romagnoli 7: per trovare un suo errore bisogna tornare indietro di sei o sette partite, insuperabile. Cerca anche l'avventura nel primo tempo.

Antonelli 6,5: preciso nelle chiusure e propositivo davanti, buona partita per il mancino rossonero.

Cerci 6,5: alla notizia che avrebbe giocato da esterno nel 4-4-2 molte perplessità, oggi minate. E' intraprendente davanti, salta sempre Mesbah e lo chiude anche in difesa nel primo tempo. Sorpresa interessante da rivedere (dall'80' Honda sv).
Kucka 6: torna alle origini e fa una partita ordinata senza strappi in un senso o nell'altro. Non è al top della forma, Mihajlovic lo cambia: (dal 53' Poli 5,5: fatica da mediano puro e commette un'ingenuità sul rigore procurato. Era dato per titolare, paga dal punto di vista mentale l'esclusione).

Montolivo 6: non si prodiga in giocate straordinarie ma non sbaglia un passaggio ed è sempre importante in fase difensiva. Cresce nella ripresa.

Bonaventura 7,5: se non ci fosse Niang sarebbe lui il migliore in campo. La corsia esterna è decisamente il suo terreno di caccia prediletto: fa ammattire De Silvestri e aiuta in fase di copertura, ottima l'intesa con Antonelli.

Niang 8: è la sua notte, trova il primo gol in campionato con il Milan e pure il secondo. Immarcabile per i difensori della Sampdoria, un segnale importante a chi lo considerava una seconda scelta (dal 74' Luiz Adriano 6,5: entra, sbaglia un gol da due passi e ne fa un altro. Efficace).

Bacca 6,5: si muove in continuazione per i compagni e apre varchi importanti per i tagli degli esterni. Meriterebbe il gol, ne sbaglia uno fatto nel finale ma va bene anche così.

All. Mihajlovic 7: il Milan viene criticato perchè non attacca, lui passa al 4-4-2/4-2-4 e in un colpo solo risolve il problema. Spietato con la sua ex moglie, la miglisor prestazione dei rossoneri in questa stagione: ora serve continuità anche nei prossimi impegni.

Federico Albrizio
@Albri_Fede90