8
Zlatan Ibrahimovic e un futuro ancora incerto. Lo svedese, in questo periodo di stop, riflette in maniera particolare sull'avvenire. Il licenziamento di Boban e il probabile addio di Maldini potrebbero stravolgere i piani, convincendo l'attaccante a lasciare il Milan dopo sei mesi. Molto dipenderà anche dalla volontà del futuro allenatore, Ralf Rangnick, e dal mercato che progetterà Ivan Gazidis. 

I NUMERI - In attesa di scoprire se sarà ancora in rossonero per il 2020-2021, il Milan si gode l'Ibra del passato e del presente. Come ricorda La Gazzetta dello Sport, Zlatan - numeri alla mano - è il miglior attaccante rossonero del decennio, nonostante abbia calcato il prato di San Siro per 'soli' due anni e mezzo. Tra la prima esperienza (2010-2011, 2011-2012) e questi mesi, Ibrahimovic ha messo insieme 60 gol in 95 partite. Nessuno, dall'agosto 2010, ha avuto tenuto un ritmo simile. Complice, va detto, quella maledizione della maglia numero 9 che ha colpito, anno dopo anno, i bomber rossoneri. Alle spalle di Zlatan ci sono i 34 gol a testa della coppia Bacca-Bonaventura, seguiti da Balotelli (33), Robinho (32), Cutrone (27), El Shaarawy (27), Pazzini (24), Suso (24) e Pato (22). Tutti dietro a Ibra, che intanto riflette sul futuro: il Milan può fare a meno di lui?