37
Al Milan si vanno valutazioni su quello che sarà il futuro dell'attacco. Molto dipenderà da chi ci sarà in panchina, e qui tutti gli indizi portano a Ralf Rangnick, ma la politica della proprietà è chiara: non investimenti azzardati, no a ingaggi troppo alti. L'unica eccezione può essere rappresentata da Alessio Romagnoli, capitano dei rossoneri. E in attacco si rischia l'ennesima rivoluzione: Rafael Leao deve dare una risposta e risolvere un'enigma tattico, Ante Rebic ha un altro anno di prestito ma c'è da penare a un'eventuale riscatto, con cifra ancora da concordare, mentre Zlatan Ibrahimovic deve capire se rinnovare o meno. 

IDEA MILIK - Come scrive la Gazzetta dello Sport, è difficile, al momento, pensare che lo svedese possa rinnovare con la società rossonera, visto che il suo sì era strettamente legato anche alla presenza di Zvonimir Boban, non più al Milan. E tra le idee a cui la società meneghina pensa per l'attacco, dopo che, negli ultimi anni, si sono succeduti Piatek e Higuain, c'è Arkadiusz Milik del Napoli. Al momento solo un'idea, nessuna trattativa, nessun contatto. Ma il polacco è lontano dal rinnovo coi partenopei, e il Milan ci pensa.