Commenta per primo

Balotelli nel Milan che verrà.
La società rossonera non è impegnata solo nelle operazioni di gennaio, ma ha un'agenda pronta per giugno: David Luiz del Benfica come erede di Nesta, Constant del Chievo per il dopo Seedorf. Piace sempre Sergio Ramos del Real Madrid, blitz di Braida a Lione per Bastos. E naturalmente Balotelli.

Il Milan vuole prenderne tre.
Gli obiettivi: un centrocampista (Lazzari, vecchio pallino di Allegri) e uno o due difensori esterni: oltre a Criscito, spunta l'ipotesi Ziegler. Il doriano entrerebbe nel 'saldo Antonio'.
(Corriere dello Sport)

Preziosi contestato, ma in cambio di Mutu potrebbe spedire il difensore alla Fiorentina.
"Basta cessioni", la piazza trattiene Criscito a Genova. Milan, c'è Ziegler.
Il mercato di riparazione va avanti a piccoli passi, ma le manovre sono destinate comunque ad aggiustare organici in cerca di equilibrio. L'attivismo del Milan ruba la scena perché, dopo l'affare Cassano, i rossoneri sono ad un passo da un doppio colpo. Adriano Galliani ha annunciato "qualche ritocchino..." e dalle parole è passato ai fatti anche se nell'agenda dell'amministratore delegato è cambiato il nome del difensore di fascia da regalare ad Allegri: non più Criscito, ma Ziegler.

La motivazione di un tale, repentino, capovolgimento delle strategie milaniste è da ricercare nella tempesta che sta attraversando la Genova rossoblù. Criscito e il Milan avevano trovato l'accordo, ma la classifica pericolante e i quattro gol incassati domenica pomeriggio a Marassi dall'Udinese hanno consigliato il patron genoano Preziosi a rivedere le proprie mosse: troppo rischioso privarsi di un nuovo tassello nel momento in cui la piazza è in fibrillazione. Così, per il via libera a Criscito, il Genoa ha rivisto le sue pretese (15 milioni di euro in contanti) e Galliani è corso ai ripari bussando all'altra metà della città per ottenere il cartellino di Ziegler. Risultato? L'operazione fra Milan e Sampdoria è praticamente conclusa e l'accelerazione si può leggere anche come volontà dei rossoneri di chiudere un cerchio con Garrone aperto dall'arrivo di Cassano a Milano: Ziegler è in scadenza di contratto, Galliani è pronto a mettere sul tavolo poco meno di due milioni di euro (a giugno l'avrebbe potuto prendere a costo zero), praticamente un terzo di quelli che la Sampdoria deve al Real Madrid per aver ceduto Cassano ad un'altra squadra prima dei cinque anni. A seguire, Allegri avrà anche il centrocampista, Andrea Lazzari, in procinto di lasciare Cagliari.

Uscito dall'agenda del Milan, Criscito è entrato prepotentemente in quella della Fiorentina che vorrebbe perfezionare con il Genoa una doppia operazione: Felipe e Mutu per il difensore e Kharja. Preziosi ci pensa perché se è vero che il Milan non offre contropartite tecniche intriganti, è probabile che l'ingaggio del rumeno possa calmare gli umori più irrequieti. In rossoblù, tra l'altro, oltre a Floro Flores dovrebbe approdare un portiere tra Marchetti e Storari.
(La Stampa)