157
Il Milan non molla Dominik Szoboszlai e, nonostante il pressing di altre realtà, il Napoli su tutte, sta provando con forza a tenere la propria posizione di pole position guadagnata per il centrocampista classe 2000 del Salisburgo. Per farlo il club rossonero si sta affidando principalmente a Ralf Rangnick vero fautore, fin dall'inizio, di questa operazione. 

SCATENATO - Da quando il campionato austriaco è ripartito, Szoboszlai è letteralmente scatenato e anche ieri sera contro lo Sturm Graz nella vittoria del team Red Bull per 5-2 è riuscito ad andare in gol. Una rete che è la sesta in neanche 30 giorni e che si abbina ai 9 assist realizzati soltanto in campionato. Numeri che hanno convinto tutti della bontà dell'operazione e in particolare proprio Rangnick.

IN TRIBUNA - Ufficialmente ancora uomo Red Bull il prossimo allenatore del Milan era infatti presente ieri alla Red Bull Arena di Salisburgo e ha visionato dal vivo la gare e l'operato di Szoboszlai. Possibile che ci sia stato un incontro negli spogliatoi, che confermerebbe come il Milan non si sia affatto rassegnato, anzi, nella corsa all'acquisto. Il club rossonero è stato informato dell'inserimento del Napoli (LEGGI QUI), ma continua il proprio pressing per quello che oggi è considerato l'obiettivo prioritario per il centrocampo. Finché non ci saranno le firme tutto è possibile, ma la missione di Rangnick è un chiaro esempio di come il club rossonero si senta in forte vantaggio.