107
L'infortunio non è grave, sospiro di sollievo. Matteo Pessina sorride all'indomani dell'ultima gara della sua stagione da protagonista col Verona: sette gol all'attivo, la conferma delle sue doti in zona realizzativa (già sei gol a Monza e nove a Como) pur essendo un centrocampista, la crescita costante di un ragazzo del '97 per cui oggi il Milan ha avuto un nuovo contatto con l'agente Giuseppe Riso, presente a Casa Milan insieme al suo avvocato.


Un incontro utile per ribadire la stima rossonera nei confronti di Pessina e studiare le possibilità dell'operazione. Non c'è una trattativa reale o avanzata, ma il Milan ha confermato la sua struttura societaria e sta valutando ogni opportunità. Pessina è certamente tra queste: quando è stato venduto per acquistare Conti, il club rossonero si è riservato il 50% della futura rivendita che consentirebbe automaticamente al Milan anche di acquistare Pessina a metà prezzo rispetto alla valutazione reale che ne fa l'Atalanta, proprietaria del suo cartellino e club dove ora Matteo tornerà dal prestito. Il Verona con Juric sogna di tenerlo, ma Pessina ha gli occhi addosso di club come Napoli in Italia e Valencia all'estero, cui aggiungere la tentazione del Milan che oggi ha nuovamente preso informazioni con il suo agente. La stessa Atalanta dovrà decidere se trattenerlo o cederlo, intanto i rossoneri rimangono vigili e attenti. Un nuovo contatto che mantiene il nome di Pessina nella lista dei potenziali rinforzi per il centrocampo che verrà.