52

E' stato un lunedì magico per Kakà. Il ritorno al Milan, l'affetto dei tifosi, la festa al ristorante. Sorrisi, abbracci e qualche lacrimuccia. Per tutti è stato il ritorno del figliol prodigo a casa, che ha ritrovato la via dopo averla persa a Madrid, tra infortuni e incomprensioni tecnico-tattiche. I tifosi se lo coccolano, i compagni non vedono l'ora di rivederlo o conoscerlo, Allegri ha già in mente dove schierarlo. Il più felice di tutti non fa però parte dell'ambiente Milan e risponde al nome di Mino Raiola.

Il noto procuratore italo-olandese nei prossimi giorni si farà vedere dalle parti di via Turati, al numero 3, dove c'è la sede del Milan. Sul tavolo metterà la richiesta di ritocco dell'ingaggio di Mario Balotelli, che lo scorso gennaio ha firmato fino al 2017 a 4 milioni di euro più bonus. Di fatto lo stesso stipendio che verrà accreditato sul conto di Kakà. Balotelli è per tutti il leader rossonero e per questo motivo, secondo Raiola, deve essere il giocatore più pagato della rosa. Il Milan è avvisato.