Un'emergenza senza precedenti, che si è accanita con particolare veemenza sul reparto difensivo di un Milan costretto a stringere i denti fino a fine dicembre, in coincidenza con la sosta del campionato. Con Caldara, Musacchio e Romagnoli che ne avranno per diverse settimane, il club rossonero è chiamato a correre ai ripari sul mercato di gennaio e, secondo Il Corriere dello Sport, l'ultimo nome spuntato su una lista che comprende anche i nomi di Bailly, Benatia e Rodrigo Caio è quello di Gary Cahill, centrale classe '85 del Chelsea.

OCCASIONE A GENNAIO - Un giocatore chiuso da Rudiger e David Luiz nella formazione di Sarri, trovando spazio da titolare solo in Europa League e Coppa di Lega e collezionando la miseria di 21 minuti in Premier. Troppo pochi per un giocatore che è ai Blues dal gennaio 2012 e con 288 partite sulle spalle, a maggior ragione con un contratto in scadenza a giugno 2019. La classica occasione della finestra di riparazione, la classica opportunità per una squadra come il Milan, che col Chelsea ha già un canale aperto, come ha dimostrato l'affare Bakayoko nella scorsa estate. La formula che ad oggi i rossoneri possono mettere sul piatto è soltanto quella del prestito o, considerando che gli inglesi perderebbero comunque il difensore a parametro zero al termine stagione, un trasferimento a titolo definitivo a fronte di un esborso minimo. Un'emergenza senza precedenti in casa Milan, l'ultimo nome per la difesa è quello di Cahill.