L'Italia è il suo primo desiderio. Tornerebbe di corsa Leandro Paredes, ormai stanco del suo lungo esilio dorato allo Zenit San Pietroburgo dove si sente sempre meno coinvolto nel progetto da quando ha salutato anche Roberto Mancini. Ha flirtato a lungo con la Juventus senza risultati, ma soprattutto per tre volte è stato vicino al Milan con proprietà e dirigenze diverse, da Galliani fino a Mirabelli. E adesso? Vestirebbe rossonero stravolentieri, rivuole la Serie A e non manca di confessarlo ai vecchi amici della Roma che sente abitualmente.

IL VERO PROBLEMA - Cosa blocca questa operazione? Al momento, la reale problematica è legata all'investimento fatto dal Milan per Paquetà. Il colpo dal Flamengo costerà ben 35 milioni più ricchi bonus, un affare decisamente oneroso se considerato il regime di Fair Play Finanziario che vede il Diavolo nell'occhio del ciclone. Un altro acquisto a queste condizioni economiche per gennaio diventa difficile da realizzare, lo Zenit pretende almeno 30 milioni per Paredes e ad oggi non fa alcuno sconto, non avendo problemi economici. Per questo il Milan è cauto, non ha ancora perso la speranza su Paredes, essendo l'argentino un giocatore per cui Leonardo e Gattuso hanno il massimo gradimento. Ma servirà uno sforzo oppure una formula vantaggiosa per vederlo in rossonero, ad oggi non si è arrivati a quel punto. E risulta complicato sbloccare l'affare. Paredes vuole il Milan, la strada però è ancora tortuosa...