L'attacco sarà il ruolo chiave del prossimo mercato del Milan. Perché mentre nelle altre caselle ci sarà da puntellare la rosa in base alle esigenze, la dirigenza rossonera - in attesa di conferme e del verdetto Uefa - sa bene di dover ritoccare il reparto offensivo. E in queste settimane è tornato di moda il nome di Radamel Falcao, attaccante del Monaco che i rossoneri avevano corteggiato durante la scorsa estate. Il suo agente è lo stesso di André Silva, ovvero Jorge Mendes; non a caso si è parlato di uno scambio che il Milan non ha mai preso in considerazione.

SCELTE ROSSONERE - Ma cosa ne sarà dei due attaccanti? C'è davvero una possibilità di incastro?
Ad oggi, dal Milan non filtra entusiasmo attorno al nome di Falcao. La stima per Radamel rimane intatta, ma il colombiano ha già compiuto 32 anni e non si può sbagliare l'investimento in attacco, ecco perché i rossoneri hanno intenzione di andare su punte diverse e lo hanno comunicato a Mendes. Mentre per André Silva le porte dell'addio a Milanello restano aperte: sapendo che non ci sarà scambio con Falcao, Mendes si è attivato sulle opzioni di Premier League che portano al Wolverhampton ma non solo, perché tra Francia e Spagna possono aprirsi altre opportunità. Di certo, di fronte a una cifra che superi i 30 milioni, il MIlan può salutare André Silva ma non pensa assolutamente di svenderlo. Scelte diverse, destini che non si incroceranno per Falcao e André Silva.