108
Maurizio Sarri lo ha stregato, parola sua. Eppure non vede praticamente mai il campo, questo raccontano i primi due mesi di stagione a proposito di un Cesc Fabregas sempre più accantonato nelle strategie del Chelsea. Una situazione paradossale, perché Cesc non si lamenta pubblicamente e stima non poco Sarri per mentalità, tipologia di calcio, idee tattiche. Ma dentro di sé ha voglia di sentirsi protagonista e per questo è considerabile un'occasione di mercato tra gennaio e giugno, quando scadrà il suo contratto con il Chelsea.

TRA MILAN E CIFRE - Da giorni, il nome di Fabregas circola in orbita Milan perché ai rossoneri è stato proposto e può far comodo per caratteristiche, oltre che per esperienza. Le cifre però raccontano di un'operazione decisamente onerosa: Fabregas guadagna circa 8 milioni a stagione e vorrebbe almeno lo stesso ingaggio, anche sfiorare i 9 milioni in caso di trasferimento invece a parametro zero da giugno, cui aggiungere almeno 3,5 milioni di commissioni all'entourage. Operazione che vede il Milan non così caldo ad oggi proprio per ragioni economiche e di prospettive dell'investimento per un centrocampista classe '87 e in evidente fase calante. In più, non va sottovalutato che il presidente del Chelsea Abramovich ha uno splendido rapporto con Fabregas, lo stima e farà di tutto per rinnovare il suo contratto, ad ora senza risultati; mentre l'Atlético Madrid ha chiesto informazioni per prenderlo a costo zero nella prossima estate. E il colpo per il Milan resta freddo, a meno che non fosse Cesc a fare un passo verso i rossoneri dopo essersi offerto. Con tanta voglia di salutare Londra, non fosse per Abramovich...