334
Il Milan è la squadra più rock del campionato. Sa soffrire, diverte e si diverte grazie al talento dei propri ragazzi terribili. Nonostante una quantità impressionante di infortuni e l’ingenuità di Tonali, che dopo poco più di mezzora ha lasciato in dieci i compagni di squadra, il Diavolo è ancora in vetta con un punto di vantaggio sui cugini interisti. Stefano Pioli non soffre di vertigini e lancia la sfida alla Juventus con un Rafael Leao in più.

CHE PERLA - A volte pare davvero indolente, quasi stesse sul campo per fare un favore agli altri. Vedere correre Rafael Leao senza palla può trarre in inganno, il movimento sembra essere il risultato di uno sforzo non propriamente armonico. Poi gli bastano pochi secondi per battere record o disegnare delle opere d'arte. Perché la rete realizzata a Benevento è un numero di arte varia. Pallone 'sporco' ricevuto da Rebic, Montipò che riflette troppo e perde il tempo dell'uscita e viene infilato da un destro a giro dell'ex Lille da posizione fin troppo defilata. Una perla che entra, di diritto, nella classifica dei più bei gol del campionato. Leao è sempre più il baby fenomeno del Milan, a volte ci si dimentica che ha solo 21 anni e un talento fuori dal comune.
NO AL MERCATO - Oggi prende il via ufficialmente la sessione di calciomercato invernale. Per tutti ma non per Leao, considerato assolutamente incedibile dalla proprietà rossonera. 'Rafa' è il presente e il futuro del club. In questo momento è anche il vice-Ibrahimovic più credibile all'interno della rosa a disposizione di Stefano Pioli. Il Milan è sempre stato coerente sul gioiello portoghese: la scorsa estate non ha voluto nemmeno ascoltare le proposte arrivate da Wolverhampton e Atletico Madrid. Negli ultimi giorni  sono circolate diverse voci sulla Juventus e un possibile scambio con Federico Bernardeschi. Speculazioni che rimarranno tali perché Paolo Maldini non ha nemmeno la minima intenzione di lasciar partire Leao, il nuovo fenomeno che può condurre il Milan al sogno scudetto.