50
Christian Kouamé ha iniziato la stagione alla grande. Due gol in due partite, neanche semplici; protagonista con il suo Genoa che lo esalta con il calcio di Aurelio Andreazzoli, Christian svaria sul fronte offensivo come ha sempre fatto ma adesso è più freddo. Sì, sembra la classica stagione della consacrazione per un ragazzo di 21 anni che ha avuto un buon impatto con la Serie A salvo poi perdersi nelle strade tortuose e poco entusiasmanti della lotta salvezza. Ora sembra un'altra storia, lo sa bene Ricky Massara, ds del Milan che lo aveva già prenotato... per la Roma.


OSSERVATO SPECIALE - Il nuovo dirigente rossonero infatti arriva proprio dalla Capitale dove aveva bloccato Kouamé per il progetto giallorosso: accordo di massima con il Genoa e stretta di mano col giocatore prima che a Roma cambiasse tutto, dalla dirigenza (con l'arrivo di Petrachi) all'allenatore. Operazione sfumata e non replicata al Milan perché si è cercato un giocatore più pronto da affiancare a Piatek come poi è stato Ante Rebic. Eppure, Massara mantiene Kouamé nella lista degli osservati speciali anche in rossonero. Lo considera un attaccante con grandi margini di crescita, perfetto per le scelte economiche e progettuali del nuovo Milan, a patto che si confermi e migliori in questa stagione. Le carte in regola ci sono, l'inizio del 2019/2020 promette bene. Kouamé ha gli occhi del Diavolo addosso.

Ascolta "Milan, Massara aveva già prenotato il pallino Kouamé: cosa succede adesso" su Spreaker.