93
Messias si è guadagnato il Milan al termine di un percorso fatto di cadute e risalite. Ha avuto la forza di emergere nei campi di provincia, con l’umiltà di chi vuole arrivare facendo leva sul proprio talento. L’occasione è arrivata alla soglia dei trent’anni, in un club tra i più importanti al mondo. Impegnato a sgomitare per farsi largo tra i giovani. Junior ha convinto Stefano Pioli che lo sta facendo giocare con continuità e ormai lo reputa un titolare a destra al pari di Alexis Saelemaekers. Fantasia con il brasiliano, equilibrio con il belga: il tecnico rossonero ha due risorse diverse da utilizzare a seconda dell’avversario. 

LA DECISIONE PER IL FUTURO - Messias sa che la strada per guadagnarsi la conferma anche in vista della prossima stagione è ancora lunga. Il classe 91’ è arrivato in rossonero in prestito oneroso dal Crotone per 2,6 milioni con diritto di riscatto fissato a 5,4 più uno di bonus. I feedback sono positivi, il Milan è orientato ad esercitare l’opzione di acquisto. Ma una decisione definitiva verrà presa solo in primavera. Il club di via Aldo Rossi vuole avere un quadro più preciso della situazione per poi organizzare un summit con il Crotone. Non è da escludere che possa aprirsi un tavolo di confronto per cercare di ridiscutere anche le cifre previste dall’accordo stipulato la scorsa estate.