55
Tornerà al Milan, giusto il tempo per salutare. Mbaye Niang non rientra nei piani di Filippo Inzaghi e nelle prossime settimane, dopo le vacanze, si metterà alla ricerca di una nuova squadra. Nel suo futuro non ci sarà il Montpellier, che dopo sei mesi di luci e ombre (soprattutto extracalcistiche, con lo schianto in Ferrari), ha deciso di non trasformare il prestito in acqusto, ci sarà la Premier League, dove il suo agente sta cercando di piazzarlo.

FUTURO IN BILICO -  Arrivato al Milan dal Caen nell'estate 2012, Niang ha chiuso la sua prima stagione in crescendo, nel 'tridente delle creste' con El Shaarawy e Balotelli, ma non ha saputo confermarsi nei primi sei mesi del nuovo anno, sotto la gestione Allegri. A dicembre il trasferimento in Francia, al Montpellier, dove ha realizzato 5 gol in 22 partite, numeri che non sono stati sufficienti per meritare la fiducia di Inzaghi.

ADIEU -  Scaricato dal Milan, pochi mesi dopo l'addio di Raiola, che ha scelto di non curare più i suoi interessi, Niang è ad un bivio. Stephane Courbis, nuovo agente dell'attaccante francese classe 1994 intervistato da TMW ha provato a chiarire la situazione: "Ho incontrato Galliani circa 3 settimane fa. Il Milan, mi è stato detto, ha già molti attaccanti in rosa e non giocando le coppe europee lo spazio sarà ridotto. Per questo ci è stato detto di trovare un'altra squadra: potrebbe andare via anche a titolo definitivo".

CONTROPARTITA -  Il Milan valuta Niang 5 milioni di euro e dopo la scelta del West Ham di non affondare il colpo, sta provando ad inserirlo nell'affare con il Newcastle per arrivare al terzino ex Inter Davide Santon, obiettivo anche della Roma.