214
Il Milan ha le idee chiarissime e dal momento della scelta di confermare Stefano Pioli e non portare a Milano Ralf Rangnick ha iniziato a muoversi sul mercato per assecondare le richieste fatte dall'allenatore emiliano per la prossima stagione. Nessuno stravolgimento, perché la rosa ha dimostrato di poter essere competitiva, ma almeno 6 "regali" dovranno arrivare a Milanello.

PRIORITA' IBRA - La priorità è ben chiare ed è la conferma di Zlatan Ibrahimovic al centro dell'attacco. L'attaccante svedese è considerato imprescindibile e i contatti con Raiola per rinnovare l'accordo che scadrà il 31 agosto proseguono spediti al punto che sembra ormai soltanto una questione di giorni. Superata questa "urgenza" e già completato il riscatto di Kjaer, il duo composto da Maldini e Massara si concentrerà anche sul mercato in entrata.
6 REGALI -
Pioli ha dato delle indicazioni precise e vuole, sostanzialmente, che venga completata la rosa con innesti funzionali. Il reparto arretrato è quello che subirà più cambiamenti poiché 3/4 elementi sono indirizzati verso una cessione a cui farà fronte l'acquisto di un terzino destro potenzialmente titolare oltre a un centrale mancino e un terzino sinistro di riserva. A centrocampo persi Biglia e Bonaventura serviranno le due alternative, ruolo su ruolo, al duo Kessie-Bennacer, mentre la permanenza di Ibra sposta l'attenzione in attacco non più su una punta centrale, bensì su un esterno d'attacco che possa sia scalzare Castillejo e Salemaekers sulla destra, sia alternarsi con Rebic a sinistra. Sei colpi, sei regali, per dare a Pioli una squadra in grado di tornare in Champions League.