26
Rinnovamento. E' la parola d'ordine in casa Milan, che in estate cambierà completamente volto. Nuovo allenatore, nuovo progetto, nuovi acquisti, ai nastri di partenza ci sarà una squadra completamente rinnovata. La difesa sarà uno dei reparti maggiormente investiti dalla rivoluzione, con l'arrivo di almeno quattro nuovi giocatori. Un esterno sinistro, che possa essere un'alternativa credibile a Theo Hernandez, un terzino destro, preferibilmente titolare (Dumfries è la prima scelta), e due difensori centrali, destinati a sostituire Musacchio (via a titolo definitivo) e Gabbia (per il quale sono arrivate richieste di prestito). Con un grande punto di domanda sul futuro di Duarte. 

MILENKOVIC - Per il ruolo di centrale al momento c'è una sola certezza, Alessio Romagnoli, un'altra potrebbe essere rappresentata da Kjaer, per il quale c'è in piedi una trattativa con il Siviglia per il riscatto, di poco superiore ai 3 milioni di euro. Poi sarà mercato, con due profili sotto osservazione, quelli di ​Nikola Milenkovic ​e di Kristoffer Ajer. Il serbo è una prima scelta, è giovane, polivalente e ha un ingaggio contenuto, circa 800 mila euro, il problema è rappresentato dal prezzo del cartellino che fa la Fiorentina, vicino ai 40 milioni di euro. In settimana il Milan incontrerà l'agente ​Fali Ramadani per capirne di più.
AJER - Prezzo più basso ma investimento importante anche per il norvegese del Celtic, valutato 20 milioni di euro. L'ex giocatore dello Start, classe 1998 (un anno più giovane di Milenkovic), convince per struttura fisica e tecnica di base, i​l forte pressing del Leicester, che potrebbe offrirgli la possibilità di misurarsi con la Champions League, rischia di essere un ostacolo. Il Milan, con la regia di ​Hendrik Almstadt, non molla, è pronto a giocarsi le sue carte. La ricerca continua, Romagnoli presto avrà il suo nuovo partner.