Dani Olmo, talento spagnolo della Dinamo Zagabria, nell'ultima sessione invernale di calciomercato è stato molto vicino a vestire la maglia del Milan al posto del centrocampista Calhanoglu che era ad un passo dal Lipsia, ma alla fine non se ne è fatto nulla perchè la società rossonera non ha ritenuto congrua l'offerta fatta dal club tedesco. Quindi Olmo per ora è rimasto nella capitale croata, ma sicuramente a fine stagione ci sarà un nuovo tentativo per portare il talento iberico alla corte di Gennaro Gattuso.

Il Milan ci crede molto in Dani Olmo tant'è che nei mesi scorsi aveva mandato alcuni emissari per seguirlo nel campionato croato che la Dinamo Zagabria sta dominando dalla prima giornata e che per fare cassa lo ha messo sul mercato, nonostante il giocatore abbia da poco firmato il prolungamento del contratto fino al 2021. Poteva essere un grande colpo insieme a Piatek e Paquetà, perché lo spagnolo essendo un jolly che può giocare sia come esterno destro, seconda punta e all'occorrenza anche trequartista, avrebbe potuto dare un grosso contribuito in fase offensiva (solo 32 gol nelle prime 23 giornate per i rossoneri) in questo girone di ritorno che vede la squadra di Gattuso lottare per un posto in Champions League. In questa stagione ha già fornito sette assist e segnato sei gol in campionato, uno nei preliminari di Champions League e uno in Europa League che ha visto la squadra croata vincere il girone con 14 punti e che giovedì inizierà la sua avventura nella fase ad eliminazione diretta sul campo dei cechi del Viktoria Plzen. Grazie alle sue ottime prestazioni la sua quotazione è salita fino 25 milioni di euro, come confermato nei mesi scorsi dal suo agente Marko Naletilic che è già pronto a far partire l'asta per il suo assistito perché oltre al Milan, anche Barcellona, Manchester United, Liverpool e Borussia Dortmund sono interessate al suo acquisto.

Chi è Dani Olmo (foto Sportske Novosti)? E' un attaccante dotato di un'ottima tecnica, molto bravo nel dribbling e nel controllo palla, proprio quello che servirebbe alla squadra rossonera. Ha mosso i suoi primi passi nelle giovanili dell'Espanyol, ma dopo appena un anno (nel 2007) il Barcellona l'ha portato nella Cantera dove è rimasto per sette anni fino a quando nel 2014 i croati della Dinamo Zagabria lo hanno acquistato facendolo esordire in prima squadra nel febbraio del 2015 (nemmeno diciassettenne) nel match contro i cugini della Lokomotiva Zagabria; nell'agosto del 2016 ha firmato il suo primo contatto da professionista e nonostante la giovane età il suo palmares vanta già tre campionati e quattro coppe di Croazia. Per quanto riguarda la nazionale spagnola, ha fatto tutta la trafila cominciando dall'Under 16, per poi passare all'Under 17, l'Under 18 fino all'Under 21 dove gioca attualmente con quattro presenze all'attivo.