413
Il Milan si avvicina al primo big match della stagione, domenica al Gewiss Stadium contro l'Atalanta, con un occhio al campo e un altro al mercato. Chiusa l'operazione dell'estate rossonera, il colpo De Ketelaere per la trequarti, Maldini e Massara continuano ora a valutare senza fretta le altre situazioni da risolvere. Sguardi vigili, in attesa di qualche occasione da cogliere al volo negli ultimi giorni della sessione di trasferimenti.

IN DIFESA - Allo studio della dirigenza ci sono i profili di un centrocampista, per sopperire a livello numerico alla partenza di Kessie, e di un centrale di difesa da far entrare nelle rotazioni per dare il cambio alla coppia Kalulu-Tomori. Nelle ultime ora c'è stato però un cambio di rotta, con il raffreddamento della pista che portava ad Abdou Diallo del Psg. Ad oggi, il  classe '96 non rientra più nei piani rossoneri, che continuano a valutare Tanganga, del Tottenham, e N'Dicka, dell'Eintracht Francoforte. 

CONFERMA PER GABBIA - E con l'uscita del giocatore dai radar del Diavolo, arriva una conferma proprio per la retroguardia. Potrebbe infatti restare agli ordini di Stefano Pioli - almeno fino a gennaio - Matteo Gabbia (per cui grande interesse aveva mostrato la Sampdoria), utile alla causa rossonera anche per la questione liste. I ragionamenti di Maldini e Massara continuano, ma se non dovessero presentarsi le condizioni favorevoli per un nuovo innesto, il club potrebbe temporeggiare e decidere di restare così in difesa.