20
Il Milan vuole Samuel Umtiti. Un interesse rilanciato ieri sera da gianlucadimarzio.com, verificato e confermato anche da calciomercato.com, un ritorno di fiamma per uno dei difensori più interessanti della Ligue 1. Classe 1993, nato in Camerun ma con passaporto francese, Umtiti è legato all'OL fino al giugno 2017, un legame che potrebbe essere rotto al termine della stagione, un anno dopo aver rifiutato offerte da Italia e Inghilterra. Lo scorso luglio Umtiti vinceva il Mondiale under 20 con Pogba e rifiutava le proposte di Arsenal e Milan, il prossimo maggio incontrerà il presidente Aulas per valutare tutte le offerte.

DUTTILITA' - Costa molto, almeno 8 milioni di euro, ma secondo Seedorf è l'uomo giusto per rinforzare il reparto difensivo. L'allenatore olandese del Milan cerca un centrale di piede sinistro (non a caso nel mirino c'è anche Doria del Botafogo), apprezza Umtiti anche per la sua capacità di giocare con ottimi risultati come terzino. Il suo arrivo permetterebbe di ringiovanire un reparto che perderà un altro francese, Mexes, ma Galliani dovrà battere la forte concorrenza oltre dei soliti Gunners francofoni anche di Liverpool e Tottenam, mentre il Chelsea dopo l'acquisto di Zouma dal Saint-Etienne si è tirato indietro.
NECESSITA' DI VENDERE - La partenza di Umtiti dipenderà molto da come finirà la stagione il Lione, che questa serà giocherà il ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League con il Chornomorets. In campionato Les Gones hanno 41 punti, 20 in meno della capolista PSG, a -5 dal terzo posto e a -4 da un posto in Europa (che potrebbe essere conquistato in caso di vittoria nella finale di Coppa di Lega francese contro Ibra e compagni). Se resterà senza coppe Aulas sarà costretto a vendere i suoi gioielli, Lacazette, Grenier, Gonalons e Umtiti; senza dimenticare che, a metà stagione, il club transalpino ha già un deficit di bilancio superiore ai 14 milioni di euro. Il Milan aspetta, Umtiti è nel mirino.