1
Tommaso Pobega a MilanTv: “È stato un processo lungo, formativo. Sono arrivato nel 2014 che avevo 14 anni, mi sono presentato in convitto. Ho iniziato al Vismara con i Giovanissimi Nazionali e ho fatto tutto il percorso come di consueto. La cosa che ho notato che quando ho fatto lo switch, che sono cambiato come persona è stato all’ultimo anno di Primavera, quando abbiamo avuto Gattuso i primi 3-4 mesi. Mi ricordo che lui è stato uno switch per la prima volta siamo stati trattati da uomini e da giocatori, con anche la responsabilità che questo comporta. Ci concedeva più libertà però poi le richieste erano più alte e questo ci ha responsabilizzato, ci ha fatto crescere molto. È stato propedeutico a quello che sono andato a fare gli anni dopo, a rapportami con un mondo di adulti, con compagni di squadra che avevano già anni di carriera”.