19
Come sottolinea la Gazzetta dello Sport, resta di forte tensione la situazione in casa Milan, nonostante il quinto successo consecutivo in campionato per la squadra di Seedorf (non accadeva dalla stagione 2010/2011, quella dell'ultimo scudetto). Il pubblico di San Siro ha mostrato di stare dalla parte del tecnico olandese, che ha quattro gare a disposizione per completare la rimonta e portare i rossoneri in Europa, ma con la società il clima resta gelido. L'ad Galliani continua a evitare le domande sul futuro della guida tecnica, dopo essersi speso in ogni modo per salvare il predecessore Allegri, mai troppo amato da Silvio Berlusconi.

E SILVIO TACE - Lo stesso patron, come confessato da Seedorf sabato, non ha contatti con l'allenatore dalla delicata vigilia di Lazio-Milan di fine marzo e anche questo distacco acuisce i dubbi della società sulla permanenza di un tecnico scelto espressamente dal numero 1 milanista per sostituire Allegri. Dal canto suo, l'ex numero 10 nasconde sempre più a fatica un certo malessere per la mancata presa di posizione del club e un certo fastidio per le continue domande della stampa sul suo futuro. E il paradosso continua...