99
L'avventura di Ante Rebic al Milan è agli sgoccioli, dopo nemmeno sei mesi di permanenza: l'esterno croato, arrivato durante gli ultimi giorni del mercato estivo nello scambio con l'Eintracht Francoforte che ha portato conseguentemente il portoghese Andrè Silva in Germania, non si è mai ambientato a Milano, dove ha messo insieme soltanto 7 presenze per un misero totale di 177 minuti disputati, senza firmare mai gol e assist ma rimediando in compenso due cartellini gialli.

RITORNO ALL'EINTRACHT, AGENTI AL LAVORO: I DETTAGLI - Rebic, arrivato con la formula del prestito biennale, è stato uno dei veri flop di questa prima parte di Serie A, deludendo tutte le volte che è stato chiamato in causa: il suo entourage è a lavoro per riportarlo all’Eintracht Francoforte, ritorno obbligato, visto che quella tedesca è l'unica squadra dove il croato può militare in questa stagione a causa delle regole UEFA, e voluto dallo stesso calciatore, che già nel mese di dicembre non aveva mancato di manifestare le sue intenzioni, tornando in Germania per la cena di Natale con gli ex compagni e il tecnico Hutter, al quale ha chiesto scusa per alcuni atteggiamenti di inizio anno.

OBIETTIVO EUROPEI, NIENTE SAMP - Dopo la partita con il Napoli del  23 novembre, Rebic non ha più messo piede in campo: ora vuole lasciare il Milan per giocare con continuità con l’obiettivo dei prossimi Europei con la Croazia.  Nel frattempo, ancora lavoro personalizzato per l'esterno, che rischia di rimanere fuori dalla lista dei convocati per la partita contro la Sampdoria. Con l'addio già in programma.

@AleDigio89