84
La notizia è arrivata ieri: Alessio Romagnoli è a disposizione per l’Empoli e si gioca il posto con Kalulu al fianco di Tomori. Difficile, in questo momento, pensare di rompere il magic moment del giovane numero 20 rossonero, ma la consapevolezza di poter contare sul capitano è, per Pioli, una sicurezza in più in vista di un finale di campionato da vivere a mille all’ora, guardandosi dalle velleità di sorpasso di Inter, Napoli e, sì, fino alla fine (è proprio il caso di dirlo), Juventus. Poi, una volta terminata questa intensa stagione, sarà tempo di prendere una decisione su quel che sarà nella prossima.
 
SCADENZA – Romagnoli vedrà scadere il proprio contratto con il Milan questa estate, e non è convinto di accettare un forte ribasso sull’ingaggio nel rinnovarlo. Ecco allora che si può arrivare all’addio, e le squadre pronte ad approfittarne sono due: una in prima fila, forte della fede calcistica del classe 1995, la sua Lazio. L’altra è la Juventus, che vorrebbe regalare ad Allegri un giocatore stimato ma che fino ad ora si è limitata ad un semplice scambio di informazioni con Mino Raiola.
 
AFFONDO TARE – La prospettiva di guadagnare meno rimane anche trasferendosi a Roma, ma i biancocelesti sono pronti ad offrire per mezzo di Igli Tare un contratto pluriennale a 3 milioni a stagione, cifra superiore, anche se di poco, a quella messa sul piatto dal Milan. C’è in programma un incontro nella seconda metà di marzo per proseguire nella trattativa, che richiederà ancora del tempo prima di giungere alla conclusione. Nel frattempo, il desiderio di Romagnoli è quello di riprendere il timone della difesa rossonera, e dare il suo contributo per alzare lui stesso, tra poco più di due mesi, uno o addirittura due trofei.