5
La eSerie A ha i suoi primi quattro finalisti. Si è svolto oggi il Winner Bracket dei playoff del massimo campionato italiano su Fifa 22, quattro confronti che hanno regalato altrettanti qualificati alle Final Eight che si giocheranno il 12 e il 13 aprile. In palio non solo il titolo di campione della eSerie A, ma anche tre posti per i Global Series Playoff: i primi tre player classificati otterranno la qualificazione diretta all’evento decisivo delle FIFA Global Series che darà accesso alla FIFAe World Cup 2022

Ad aprire le danze è stato il confronto tra Genoa Esports e AC Milan|Qlash, che ha messo di fronte Gabriel "Gabry" Llaho e Diego "CrazyFatGamer" Campagnani: il player rossoblù si è aggiudicato il match di andata per 1-0, ma al ritorno Campagnani ha ribaltato il risultato vincendo 2-0. Il Genoa di Llaho passa così al Loser Bracket, dove affronterà la Fiorentina.

Nel secondo scontro, la Salernitana Esports ha superato nettamente il Bologna Esports: 7-3 nel conteggio complessivo (4-1 l'andata, 3-2 il ritorno) per Andrea "Montaxer" Montanini contro il veterano Mattia "Lonewolf92" Guarracino, che va così al Loser Bracket.

Gli occhi erano tutti puntati sulla super sfida tra Venezia Esports e Torino Esports, che metteva di fronte il numero uno del ranking Europa Est Karim "Karimisbak" Rmaiti e Francesco "Obrun2002" Tagliafierro, entrambi player della eNazionale come Montaxer e CrazyFatGamer: colpaccio del player granata Tagliaferro, che chiude la doppia sfida senza concedere gol, vincendo 2-0 l'andata e pareggiando 0-0 il ritorno. Per Rmaiti c'è il Loser Bracket.

Infine, spettacolare l'ultimo scontro di giornata tra Sampdoria Esports e Inter Esports che si conclude: dopo aver dominato il girone di qualificazione, il blucerchiato Giovanni "Giovhy" Salvaggio la spunta ai rigori e vanifica la rimonta compiuta nel match di ritorno dal nerazzurro Manoel "MNeto77" Neto (2-1, 2-3), portando la Samp alle Final Eight. L'Inter invece raggiunge le altre squadre al Loser Bracket (in programma mercoledì 23 marzo) per l'ultima chance di strappare un pass per le finali.
Diego 'CrazyFatGamer' Campagnani, player di AC Milan|Qlash: "E' stata una partita molto difficile. Ho studiato Gabry a casa per tanto tempo, ho imparato i suoi punti deboli e sono riuscito a sfruttarli, soprattutto quelli in fase difensiva. Nella prima partita non sono riuscito ad adattarmi al suo stile, nella ripresa invece ce l'ho fatta e ho vinto. Eserie A? Sicuramente sono stati fatti passi avanti, hanno aggiunto figure, talk show e l'analyst che è fondamentale. Ma si può ancora migliorare".

Andrea 'Montaxer' Montanini, player di Salernitana Esports gestito da Pro2Be Esports (gioca con Reply Totem le Global Series): "Le Final Eight erano l'obiettivo minimo che mi ero posto, arrivarci battendo un avversario d'esperienza con Lonewolf è un'ottima cosa in vista della prossima fase. E' il mio miglior anno su Fifa: eNazionale, 10° posto nel ranking Europa Est e ora le Final Eight. Si può solo migliorare ora. Per me l'eSerie A è perfetta per organizzazione, fanno un evento LAN che non è scontato. Parteciparvi è molto bello e molto diverso da quello che giochiamo sempre online".

Francesco 'Obrun2002' Tagliaferro, player di Torino Esports ed Exeed: "Sono molto contento, anche perché per me Karim era il favorito e superarlo senza subire gol mi ha riempito di gioia. Sono le mie seconde Final Eight, speriamo di migliorarci. Già l'anno scorso la eSerie A fu l'unico evento LAN che giocammo e mi resta nel cuore, è stata un'emozione. In questa edizione sono stati fatti passi avanti grazie anche ai player e ai team che hanno dato consigli e miglioramenti che sono stati effettivamente applicati, è anche migliorato il formato. E cresciuta l'attenzione del pubblico, il livello dei player è cresciuto molto e i primi tre della eSerie A andranno ai playoff delle Global Series, riconoscimento importante da EA SPORTS. E poi è cresciuto il montepremi, fa piacere al pubblico e anche a noi player (sorride, ndr)".

Giovanni 'Giovhy' Salvaggio, player di Sampdoria Esports e Nest: "La partita più pazza di questi playoff. Prima partita al limite della perfezione, nella seconda siamo partiti molto bene e siamo andati sopra di tre. Poi dal 60' lui ha piazzato il pressing, ha fatto il primo gol e da lì blackout totale. Per fortuna, sia per bravura mia sia del mio coach Fabio, abbiamo tenuto la testa alta, attutito i danni e l'abbiamo portata ai rigori. E lì ho vinto. Arma in più per le Final Eight? Spero di non tornarci (ride, ndr). Ma mi sento abbastanza bravo. La eSerie A? Già la prima edizione è stata organizzata molto bene, ma posso dire che questa è stata fatta addirittura meglio. Sono felice che finalmente questo movimento si stia piano piano muovendo e la eSerie A è una bella vetrina. Quei tre posti per i playoff delle Global Series poi sono molto ghiotti, danno una bella chance ai player italiani. Chi è l'avversario da battere? Rispetto tutti dal punto di vista di bravura, perché siamo tutti bravi a giocare. Poi ovviamente ci sono dei favoriti e uno è assolutamente il Torino di Obrun".