136
MILAN

 Donnarumma G 6,5: Kyriakopoulos lo impegna in due occasioni con il suo sinistro, fa sempre buona guardia. Neutralizza un assalto di Boga con una parata sicura. Attento.

Conti 6: prova a giocare d'anticipo su Boga, cercando di non concedergli spazio: missione riuscita solo a meta anche per merito della bravura del giocatore ivoriano. Meno incisivo e propositivo rispetto alle ultime uscite.

Musacchio 6:  accetta e si esalta nel clima da battaglia messo in campo dal Sassuolo. Vince diversi duelli con Caputo. 

Romagnoli 6: meno pulito, dal punto di vista tecnico, quando è chiamato a iniziare l'azione dal basso. Ha il merito di concedere solo le briciole agli attaccanti del Sassuolo. 

Theo Hernandez 6,5: straordinario quando parte palla al piede e riesce sempre a tagliare a fette la difesa del Sassuolo. Gli annullano un gol per fallo di mano di Kessie, è nettamente il giocatore più pericoloso del Milan.  

Kessie 5,5: troppo pasticcione quando ha la palla tra i piedi, meglio quando si tratta di andare a chiudere le sortite offensive degli emiliani. (dall'11 st Paquetà 5,5: crea spesso la superiorità numerica andando via in dribbling, ma è tremendamente poco concreto. Ha due chiare occasioni da gol ma le spreca malamente)

Bennacer 5,5: accusa un po' di stanchezza per i tanti impegni che lo hanno visto protagonista. Un suo errore manda in porta Boga ma non demorde e nel finale è prezioso quando chiude su Caputo libero di tirare da posizione vantaggiosa. 

Bonaventura 6: Pegolo gli chiude la porta, negandogli la gioia di un gol meritato. Ci prova fino alle fine senza gloria. Positivo.

Suso 5: pomeriggio totalmente da dimenticare per l'attaccante spagnolo. Non riesce mai a saltare l'uomo, quando prova a mettersi in proprio per tirare a rete non fa nemmeno il solletico a Pegolo.   (dal 40' st Castillejo s.v)

Piatek 6: sta ritrovando confidenza e condizione fisica, lotta come un leone e sfiora il gol con un bel colpo di testa. (dal 32' st Rafael Leao 6,5: entra e dà la scossa, ma è tanto sfortunato.Prende prima la traversa con una conclusione a giro, poi il palo con una giocata quasi da calcio a 5)

Calhanoglu 5,5: nella prima frazione fatica a entrare in gara, meglio nel secondo tempo ma la mira è sballata.

All. Pioli 6: l'atteggiamento dei suoi è quello giusto, azzecca la mossa Leao. Non è bastato per regalare la terza vittoria consecutiva alla proprietà nel giorno del 120' compleanno. 


SASSUOLO

Pegolo 7: prestazione pazzesca dell'esperto portiere. Salva due volte su Bonaventura e Calhanoglu, reattivo anche su Paquetà. Salvato anche dai pali. 

Toljan 6,5: miracoloso nel salvare su Bennacer a fine primo tempo, un gol praticamente fatto. Bene anche in fase di spinta.

Ferrari 6,5: si fa apprezzare nel gioco aereo, dirige la difesa con una prova da leader.   (dal 30' st Romagna 6: entra quasi a freddo ma tiene botta)

Marlon 5,5: meno attento rispetto al compagno di reparto, qualche sbavatura di troppo. 

Kyriakopoulos 6,5: è il giocatore del Sassuolo che calcia maggiormente verso la porta avversaria con il suo mancino educato. Giocatore molto interessante. 

Magnanelli 5: fa fatica a reggere il ritmo degli avversari, si rende protagonista di un folle retropassaggio che per poco non mette nei guai Pegolo. 

Locatelli 6,5: osannato dai suoi ex tifosi alla lettura delle formazioni, gioca una gara di grande personalità.  (dal 33' st Obiang 6: mette paura a San Siro con una conclusione dai 25 metri alta di pochissimo)

Berardi 5,5: un paio di conclusioni telefonate e un paio di dribbling riusciti. Troppo poco per un giocatore con il suo talento. 

Djuricic 5: dovrebbe creare scompiglio tra le linee ma finisce per perdersi lui stesso.  (dal 23' st Traorè 6: dà sostanza al centrocampo)

Boga 6,5: ogni qualvolta ha il pallone tra i piedi per il Milan è allarme rosso. Sfiora il gol con un tiro a giro, impressionante la facilità con la quale va via in progressione. 

Caputo 6: lotta come un leone stretto dalle maglie difensive avversarie. Ha una ghiotta occasione in avvio di partita ma la mira non è delle migliori. 

All. De Zerbi 6,5: strappa un punto pesante a San Siro con una prova attenta dal punto di vista tattico.