20
Intervenuto ai microfoni di Sky Sport 24, il presidente del Milan, Paolo Scaroni, ha parlato della questione nuovo stadio dopo l'accordo con il Comune in merito alle metrature: "Volevamo mettere la parola fine a questa negoziazione, abbiamo fatto un importante sacrificio. Sono ottimista, è un progetto su misura per soddisfare le richieste del Comune: porta tanto lavoro e denaro, non vedo bene chi si oppone a un progetto così. Ho fiducia sul fatto che inizieremo a lavorare per la primavera del prossimo anno".

SULL'IMPIANTO - "Resterà una buona metà del vecchio stadio, manterremo due pareti intere a parte il terzo anello, che è sempre stato un po' l'anomalia del Meazza. Quando si arriverà a San Siro, il Meazza si vedrà eccome, non sparirà dallo scenario".

SUI PROGETTI - "Quando sceglieremo quello vincitore? Direi nelle prossime settimane: la progettazione sarà molto costosa, pensiamo di spendere solo in quello 40 milioni. Dobbiamo farlo su un progetto, non possiamo farlo su due".