146
È arrivato il momento della verità per Hakan Calhanoglu. Domani l'agente del nazionale turco, Gordon Stipic, arriverà a Milano in tarda mattinata. Ad attenderlo in via Aldo Rossi ci saranno Frederic Massara e Paolo Maldini per un summit programmato da tempo e che dirà molto sul futuro del numero 10 rossonero. Dal grande gelo dei mesi scorsi al primo tentativo concreto di provare a trovare un'intesa economica che porti al rinnovo dell'ex Bayer Leverkusen.

DISTANZA RIDOTTA - La prima richiesta da 6 milioni netti a stagione era stata accolta in maniera quasi con sorpresa dal Milan. Che non ha alcun dubbio sull'importanza del fantasista all'interno del nuovo corso, ma qualcuno in più sull'idea di dare più del doppio dell'ingaggio attuale al classe 1994. Ma nelle ultime settimane il desiderio del ragazzo di continuare al fianco di Ibrahimovic e degli altri compagni ha portato Calhanoglu a delle riflessioni. C'è la volontà di portare avanti un discorso costruttivo con l'area dirigenziale del Milan, provare a mitigare l'iniziale pretesa piuttosto esosa. Maldini e Massara hanno presentato una prima offerta da 3-3,5 milioni, vedremo se domani sarà ulteriormente migliorata.
LE RICHIESTE - Un talento come quello di Hakan Calhanoglu stuzzica l'interesse di molti. Specialmente se c'è la possibilità di accaparrarsi le prestazioni a parametro zero. Ci sono stati dei contatti con Manchester United, Napoli, Inter, Juventus e Atletico Madrid ma non risultano trattative in fase avanzata. Perché, al netto di una distanza tra domanda e offerta che rimane molto ampia, la volontà di Hakan è di provare a non interrompere bruscamente la sua storia d'amore con il Diavolo. E domani in quel di casa Milan andrà in scena un vis a vis che sa tanto di dentro o fuori.