360
Da quando è arrivato al Milan,il nuovo amministratore delegato Ivan Gazidis ha iniziato a fare piazza pulita attorno a sé. Prima la scelta (sua) del nuovo capo dell'area scouting, poi le discussioni con Leonardo sugli obiettivi di mercato e la linea da seguire abbandonando le piste Ibrahimovic e Fabregas per andare alla ricerca di colpi giovani e futuribili. Ora, come sottolineato dal Corriere dello Sport , l'ex-Arsenal è arrivato allo scontro anche con Paolo Maldini. Il motivo? Un suo ex-pupillo all'Arsenal.

TENSIONE - Non solo Leonardo, anche Paolo Maldini è arrivato a discutere animatamente con Gazidis sulle tematiche di mercato. L'ex capitano e bandiera, così come il dt brasiliano, è convinto che alla formazione rossonera servano rinforzi di qualità, ma soprattutto di esperienza. A maggior ragione con l'addio di Higuain. Al Milan è stato offerto da intermediari Mesut Ozil, in uscita dall'Arsenal, e la proposta è stata caldeggiata da Maldini. Un no secco è arrivato invece da Gazidis che a Ozil fece firmare il contratto più remunerativo di tutta la Premier e che conosce bene i limiti del tedesco. Da lì i primi screzi. La linea Gazidis non si tocca: chiunque arriverà dovrà avere caratteristiche anagrafiche ben precise. Giovani e rivendibili, questo è il diktat.