71
I giocatori in prestito rappresenteranno per le squadre di Serie A un'importante fonte di introiti in vista del prossimo mercato e anche in casa Milan non sarà da meno. Oltre ai "giovani di serie" i ragazzi cresciuti nella Primavera e su cui si dovrà fare un ragionamento più approfondito, sono 6 quei calciatori considerati come "esuberi" dal club rossonero e che potrebbero rappresentare una chance di guadagno se non addirittura l'occasione per creare da zero un tesoretto importante da reinvestire sul mercato.

100 MILIONI - I giocatori in questione sono Suso, Caldara, Reina, Ricardo Rodrgiuez, Halilovic e André Silva e per ognuno ci sono indicazioni e idee differenti. Il Milan però potrebbe costruire un tesoretto di mercato da questi giocatori in due differenti modi:
  • il primo, il più semplice, è quello dell'incasso dalla cessione del cartellino che per alcuni è più probabile e per altri meno;
  • il secondo, forse il più importante, è il risparmio sugli ingaggi lordi di contratti spesso anche pesanti.
La prima voce è ovviamente variabile, ma il Milan non potrà scendere sotto quota 50 milioni di euro per non fare minusvalenze a bilancio dai rispettivi addii. La seconda è invece più netta perché in caso di cessione in estate dei 6 giocatori il risparmio a bilancio è quantificato in circa 49,8 milioni di euro lordi di ingaggi. Per un tesoretto complessivo di ben 100 milioni da poter reinvestire.
I SINGOLI CASI

Il caso più importante è sicuramente quello di Jesus Fernandez Suso. L'attaccante è in prestito con diritto di riscatto al Siviglia fino al 2021 che potrebbe trasformarsi in obbligo in caso di qualificazione alla Champions League o in questa o nella prossima stagione. Il valore del suo riscatto è fissato in 21 milioni di euro e il Milan risparmierà in ogni caso il suo stipendio da 3 milioni netti annui della prossima stagione (per il prestito) e anche di quella successiva dato che il contratto con i rossoneri scadrà nel 2022. Tesoretto totale? 21+6+6= 33 milioni.