39
Il banco di prova dell'Empoli potrà dire molto della stagione del Milan. Il club rossonero, finora, è accusato di non saper far punti con le piccole e sabato alle 20.45 è chiamato a dare la svolta alla stagione anche da questo punto di vista per mantenere a pieno diritto la vetta solitaria della classifica. A San Siro arriverà infatti una squadra in difficoltà, che non trova la vittoria da dicembre e che sta sprecando l'ampio margine che aveva conquistato sulla zona salvezza. La società toscana è sicuramente una fucina di talenti e spesso e volentieri il club rossonero ha attinto dal serbatoio toscano. E sabato ci sarà un osservato speciale per Maldini e Massara: Mattia Viti

MOSSA PER IL FUTURO -
Classe 2002, il Milan ha iniziato a seguirlo grazie all'exploit che ha avuto in questa stagione. 14 presenze, 11 da titolare e, applausi a scena aperta strappati in quasi tutte le apparizioni. Fisico importante (1,91 di altezza) e soprattutto sinistro di piede, dote che non guasta dato che il club rossonero sta per dire addio ad Alessio Romagnoli. La concorrenza è tanta, ma il Milan sta valutando l'affare per il futuro valutando anche la possibilità di un'operazione alla Adli, acquistandolo, ma lasciandolo in prestito un anno per completare il suo percorso di crescita. E sabato a San Siro potrà esserci il test più importante.