275
C'è un infortunio da valutare, che è quello di Zlatan Ibrahimovic. Nella magica notte dello Stadium, in cui il Milan di Stefano Pioli ha annichilito la Juventus di Andrea Pirlo vincendo 3-0, portandosi a +3 dai rivali nella corsa Champions e ribaltando lo scontro diretto, lo svedese è uscito zoppicando dal campo, con qualche problema al ginocchio da valutare. Segni di un infortunio passato e di un'età che avanza, e con la quale i rossoneri dovranno fare i conti. 

VLAHOVIC PREFERITO - Per questo motivo, in casa Milan, si pensa all'attaccante del futuro. Che ha le sembianze di Dusan Vlahovic. Il 9 della Fiorentina, autore di 2 gol, sabato sera, contro la Lazio, ha il contratto in scadenza nel 2023, un rinnovo ancora lontano e una valutazione, fatta da Commisso, di circa 60 milioni di euro. Tra gli attaccanti nella lista dei desiderata, il serbo è il preferito dai rossoneri, ma c'è un'ampia concorrenza: insieme al Milan, infatti, scrive la Repubblica, ci sono anche Borussia Dortmund, per il dopo Haaland, e Roma, per il dopo Dzeko. 

lL'IDEA DEL MILAN - Il Milan vede avvicinarsi la Champions, continuerà a trattare i rinnovi di Donnarumma e Calhanoglu, lavorerà al riscatto di Tomori, poi penserà all'attaccante. Con Vlahovic preferito sì, ma con le idee chiare: il pensiero milanista è quello di non avvicinarsi alla richiesta della Viola, considerata fuori mercato, con Maldini e Massara che hanno incassato il gradimento del giocatore. La Champions è più vicina. E per affrontarla al meglio il Milan pensa Vlahovic.