7
Due mesi, forse qualcosa di meno. Con l'arrivo di gennaio e l'apertura della finestra di mercato invernale sarà finalmente chiaro il futuro di Arek Milik. L'attaccante polacco, di proprietà del Napoli, ha passato una prima parte di stagione a guardare, fuori dal progetto di Gattuso, ad allenarsi per rispondere presente alle chiamate della sua nazionale e per farsi trovare pronto quando, nel 2021, inizierà una nuova avventura. Di certezze ce ne sono poche, quando c'è di mezzo il club di De Laurentiis non bisogna escludere nulla a priori, è però difficile credere che Milik faccia il soprammobile fino a giugno, pagato fino all'ultimo centesimo dal Napoli (2,5 milioni di euro), più facile che parta non appena sarà possibile.

CLUB ITALIANI - Sono tanti i club che in queste settimane hanno parlato con il suo agente, Milik non vuole lasciare nulla al caso, vuole sposare il miglior progetto dal punto di vista sportivo ed economico. Difficile che sia quello della Juve, che in estate ha fatto altre scelte, puntando su Morata, non è da escludere che possa esserci un ritorno di fiamma della Roma, seppur complicato. Attenzione all'Inter, che ha il nome di Milik sulla lista, ma non vuole fare follie dal punto di vista dell'ingaggio, visto che in rosa ci sono già tre 'titolari'. Da Vecino al riscatto di Politano, con il Napoli ci sono diversi discorsi aperti, ma al momento non c'è una trattativa.
CLUB ESTERI - Chi vuole Milik dovrà garantire un indennizzo al Napoli, che non può tirare la corda ma non vuole liberarlo gratis. I club interessati sono avvisati, anche quelli esteri, che lo hanno cercato in questi mesi: Tottenham, Atletico Madrid, Siviglia, Newcastle. Ma occhio alle sorprese.