14
Solo 44 gol in stagione, uno in più del Chievo, 21 in meno della Juventus e 28 in meno del Napoli. L'Inter, dopo aver sistema quest'anno la fase difensiva, l'anno prossimo dovrà migliorare quella realizzativa. Il punto fermo dell'attacco è Mauro Icardi, capitano e capocannoniere della squadra, ma le sue parole dopo la sconfitta di Genova hanno messo un grosso punto interrogativo sul suo futuro; il numero 9 argentino infatti ha dichiarato: "Sono qui per vincere con questa maglia, se poi arriveranno altre offerte le valuteremo con la società". E le offerte con ogni probabilità arriverano, soprattutto da Madrid sponda Atletico, dove Simeone lo ammira molto ed è pronto ad accoglierlo a braccia aperte.

LE PAROLE DI MILIK - Quasi in contemporanea, un altro giocatore in orbita nerazzurra ha messo in discussione la propria permanenza nel suo attuale club; stiamo parlando di Arkadiusz Milik, attaccante classe 1994 dell'Ajax che quest'anno ha realizzato 24 gol in stagione e che da tempo è seguito dagli osservatori dell'Inter. Milik al canale tematico della società (Ajax Tv) ha parlato del suo futuro, facendo intuire che con ogni probabilità non indosserà più la maglia del Lancieri: "Sinceramente non sono sicuro di rimanere ancora una stagione all'Ajax. Cosa posso dare ancora al club? Non lo so, lo vedremo". Milik non fa espressemente il nome dell'Inter, ma nella sua incertezza riguardo il suo futuro c'è molto più di un indizio di conferma alle voci che lo portano a Milano nella prossima sessione di mercato, come anticipato da Calciomercato.com (LEGGI QUI). Milik ad Amsterdam ha ancora un contratto lungo con scadenza 2019 ed è valutato circa 12 milioni di euro. Sull'attaccante polacco non c'è solo l'Inter, squadre come il Barcellona, Arsenal e Liverpool. L'Inter ha pensato a lui inizialmente come vice Icardi, ma se l'argentino dovesse concretamente diventare un uomo mercato e lasciare la società Thohir, ecco che il nome di Milik diventa ancora più forte e di attualità in corso Vittorio Emanuele. L'Inter e Mancini sono alla ricerca di gol sicuri, e Milik conosce bene la via del gol.