In principio fu la Juventus. E poi mezza estate di rumors sul Milan mai confermati, perché Sergej Milinkovic-Savic è stato davvero nei desideri di tanti ma concretamente vicino a nessuno. Ha deluso alla prima uscita stagionale con la sua Lazio, fisiologico forse dopo settimane di rumors, eppure Leonardo non ha mai avuto davvero la percezione di poterlo acquistare mentre è totalmente diverso il discorso in ottica Real Madrid, perché i blancos hanno davvero pensato a Sergej come rinforzo per il centrocampo.

DA MENDES A PEREZ - L'idea è nata con Jorge Mendes in cabina di regia a impostare questo affare. Proprio il potente agente portoghese si è occupato di imbastire i primi discorsi per Milinkovic al Real Madrid ormai più di un mese fa; il mercato in Spagna è ancora aperto fino al 31 agosto e tutto resta possibile, ma questo discorso è congelato per più motivi. Florentino Perez non lo ritiene un colpo a effetto, non vede Milinkovic ancora a livello del Real Madrid e lo ritiene troppo costoso; Lotito ha chiesto 130 milioni a Mendes come fatto con Milan e Juventus, messaggio chiaro che gli spagnoli hanno respinto. E dietro c'è anche la volontà dell'allenatore Lopetegui nel chiedere un centrocampista più tecnico e meno fisico per rimpiazzare Kovacic. Per questo Perez non affonda il colpo, Milinkovic si prepara al rinnovo con la Lazio dopo un'estate di ipotesi rimaste tali. Aspettando la prossima...