Bocciato, senza sé e senza ma, nella partita che doveva porre la parola fine a un'estate quantomeno tormentata e in cui si è parlato tanto di lui più per una questione economica che non sportiva. Sergej Milinkovic-Savic ha fallito la gara d'esordio in Serie A della sua Lazio contro il Napoli risultando a lungo la controfigura del centrocampista che è risultato il più decisivo dello scorso campionato. La Lazio non si dispera, ma ora ha in mente un piano speciale per ritrovarlo.

STOP AL MERCATO - L'estate del centrocampista serba è stata a lungo condizionata dalle voci di mercato che lo volevano (e lo vogliono ancora) lontano dalla Lazio. Milan e Juventus hanno trattato con il suo agente e con Lotito scontrandosi però sul muro di una valutazione da oltre 120 milioni. Ora c'è il Real Madrid ancora sulle sue tracce ma dopo il no rifilato a Florentino Perez davanti a un'offerta da 95 milioni la Lazio ha scelto di trattenere al 100% Milinkovic-Savic togliendolo dal mercato e rimandando ogni discorso alla prossima estate.

ORA IL CAMPO - Il Sergente deve ritrovare smalto, concentrazione e soprattutto condizione. Per questo secondo il Corriere dello Sport per lui è pronto un programma speciale. Gli serviranno almeno un paio di settimane per tornare a pieno regime e per questo Simone Inzaghi ha studiato un programma personalizzato di allenamenti speciali che dovrà portarlo al meglio già contro la Juventus, nel secondo big match stagionale all'Allianz Stadium. Milinkovic non si tocca, almeno fino a fine stagione. Testa e gambe in campo, il serbo deve ritornare grande.