17
Dire che fra le Black Stars ci sia una stella che brilla più delle altre potrebbe sembrare un ossimoro, ma la doppietta segnata da Mohamed Kudus contro la Corea del Sud che ha rilanciato il percorso del Ghana ai Mondiali di Qatar 2022 ha acceso ancor più, se mai ce ne fosse bisogno, i riflettori su questo centrocampista offensivo/trequartista/attaccante classe 2000 che colleziona, di partita in partita sempre più estimatori.

RIGHT TO DREAM - Kudus nasce a Nima, un quartiere non semplice di Accra, la capitale del Ghana dove la madre ha una sorta di negozio di alimentari a cielo aperto, letteralmente, nel mercato più grande della zona. Mohamed viene cresciuto da Mariama, la madre e dalla nonna, che gli permettono di non lavorare in negozio fin da piccolo di passare il tempo giocando, sì anche a calcio, con gli amici. È quello che gli consente di essere visto da  Tom Vernon, allora scout del Manchester United in Africa che fondò in Ghana l'Accademy Right to Dream (diritto a sognare) in cui Kudus approdò a 12 anni. Fu la svolta.
LA RIVOLUZIONE DELL'AJAX - Nel corso degli anni la Right to Dream firmò diversi contratti di collaborazione e fra questi spicca quello con il Nordsjaelland, società danese che gioca, non a caso nel "Right to Dream park". È il trampolino giusto per l'Europa e Kudus lo coglie nel 2018. Qui inizia a cambiare il suo stile di gioco, passando da attaccante a mezzala iniziando a conquistare gli scout di mezza Europa. Nel 2020 lo voleva anche il Manchester City di Pep Guardiola, ma a spuntarla fu l'Ajax che investi 9 milioni di euro per portarlo ad Amsterdam seguendo un cambiamento filosofico e strategico che parte proprio da lui: non più promuovere e valorizzare i talenti costruiti in casa, ma integrarli con colpi di prospettiva da tutto il mondo. 

IL SOGNO MONDIALI E IL MERCATO - Quest'anno, giocando un po' da punta e un po' da trequartista ha collezionato 10 gol e 2 assist in 21 partite, e anche nella pesante sconfitta  per 6-1 col Napoli di Champions League fu l'unico a trovare il gol. In Italia su di lui hanno messo gli occhi il Milan e la Juventus che lo stanno seguendo acnhe in questi Mondiali. La doppietta di oggi contro la Corea del Sud frutto di una prestazione a tutto campo non aiuterà però le squadre italiane. La valutazione di mercato dell'Ajax, infatti, sta vola insieme a lui.