Commenta per primo

Il Modena non riesce a fare il regalo di Natale al proprio pubblico: nell’ultima gara interna del 2010 c'è di fronte un avversario in gran salute, il Varese di Giuseppe Sannino. Un Varese perfetto, con pressing, raddoppi di marcature e anticipi su tutti i palloni, impartisce al Modena una vera lezione di calcio. Modena pericoloso solo al 17' su punizione dai 22 metri del solito Pasquato: incrocio pieno. Passano pochi minuti, e il gran gioco varesino viene premiato al 22': colpo di testa di Ebagua dal limite dell'area piccola che non lascia scampo a Guardalben. Ospiti in vantaggio, gialloblù frastornati, e sempre in affanno, senza idee offensive. Nella ripresa è subito Zecchin, solo davanti a Guardalben, a mangiarsi il raddoppio, che arriva all'8' su errore di Gozzi: si lascia sfuggire Neto Pereira, che sempre solo davanti all'estremo difensore gialloblù non sbaglia. I canarini, mai pericolosi e privi di gioco, devono ringraziare l'errore di Tripoli, che al 40' sbaglia il terzo gol davanti al portiere.

MODENA

L'attaccante del Modena, Claudio Bellucci: 'Oggi non ha funzionato nulla, dobbiamo cancellare subito la gara odierna; il Varese ha meritato di vincere, noi non siamo stati all'altezza della situazione, come si è visto. Bisogna girare pagina e rimanere sereni, uniti. Il campionato è lungo e non abbiamo compromesso niente; prima o poi ci toglieremo da questa situazione. Dopo la prestazione di oggi è facile trovare difetti a questa squadra, ma dobbiamo essere cauti a dare giudizi: abbiamo sempre fatto il nostro gioco, soprattutto in casa, ora però i risultati ci girano contro. Non siamo questi e dobbiamo ripartire di slancio già da sabato prossimo'.

VARESE

Il centrocampista del Varese, Daniele Corti: 'Noi basiamo sempre le nostre partite sull'aggredire l'avversario, giochiamo insieme da tre anni e il gioco lo sviluppiamo nella stessa maniera; abbiamo fatto un'ottima gara qui a Modena e sono contento di aver fatto risultato su questo campo. Loro in casa non avevano mai perso, per noi è una bella soddisfazione; ora dobbiamo pensare partita dopo partita, arrivare alla salvezza, e quello che raggiungeremo dopo sarà tutto di guadagnato'.