6
Luciano Moggi, ex dirigente della Juventus, ha commentato il turno di campionato nel consueto editoriale per Libero. Ecco due passaggi: "Vince la Juve a Reggio Emilia, contro il Sassuolo, un 0-3 che chiarisce i valori in campo. Tra i bianconeri il migliore è Khedira, a tutto campo, come aveva già dimostrato contro il Parma, seguito da Ronaldo e Mandzukic e in parte da Pjanic. Senza infamia e senza lode la difesa confermata dopo Parma: ha fatto bene Allegri a non utilizzare Chiellini visto che, con Babacar in campo, gli avversari giocano spesso in inferiorità numerica. Il Napoli, in una partita piuttosto anonima, fa 0-0 a Firenze e torna a 11 punti dalla Juve. Più che la forza di penetrazione, ai napoletani è mancata la cattiveria dei propri attaccanti in zona gol. Vince l' Inter a Parma, senza entusiasmare, con un gol di Lautaro entrato sul finire della gara.

Ancora una volta nell' anonimato la prestazione di Icardi che continua a non segnare, a non giocare con la squadra, a non andare a cercarsi palloni giocabili come dovrebbe fare un vero capitano. Se nessuno ha ancora capito il perché la squadra nerazzurra segna molto poco, lo spieghiamo noi: perché finalizza tutto su Icardi. E allora, ma è un nostro modesto parere, sarebbe necessario uno spostamento: Mauro in tribuna e Lautaro al suo posto. Solo così si può far tornare con i piedi per terra l'argentino".