13
Dal portiere alle punte, passando per difensori e centrocampisti. Il Monza è pronto ad una profonda rivoluzione che cambierà radicalmente la formazione che ha vinto i play off di serie B. Definito l'arrivo di Andrea Ranocchia (domani visite mediche e firma), Silvio Berlusconi e Adriano Galliani hanno posto le basi di una maxi trattativa con il Cagliari che riguarda ben cinque giocatori: in Brianza potrebbero arrivare giocatori del calibro di Joao Pedro, Nandez Carboni, in Sardegna il nuovo tecnico Liverani avrebbe chiesto i centrocampisti Valoti Mazzitelli. Non arriverà a Monza, invece, Alessio Cragno: a giocarsi il posto con il riconfermato Di Gregorio ci sarà, molto probabilmente, Pierluigi Gollini. In difesa il Monza ha incassato i no di Romagnoli Acerbi, che cercano avventure più ambiziose: dopo il riscatto del giovane U21 Antov (che sarà dato in prestito in serie B), il club brianzolo punta a portare a casa almeno altri due profili importanti. In mezzo al campo restano caldi i nomi di Sensi Benassi, ma occhio anche alle piste che portano a Gagliardini Bonaventura. Il ritorno di Matteo Pessina resta un grande sogno, ma qualche spiraglio c'è. Capitolo attaccanti: Caprari del Verona è il nome caldo, sullo sfondo restano Pinamonti Belotti. Sugli esterni occhio anche a Junior Messias Ounas, vecchi pallini di Giovanni Stroppa che sul mercato viene ascoltato molto da Galliani e dal direttore sportivo Filippo Antonelli. A proposito del dss del Monza, le immagini con l'ad ad una trattativa nei giorni scorsi, dimostrano quanto sia ancora al centro del progetto nonostante il contratto in scadenza. In un Monza che cambierà radicalmente c'è ancora spazio per Antonelli, unico reduce dalla cavalcata dalla Serie D alla serie A in pochi anni.