Calciomercato.com

Roma, Mourinho: 'Voglio il primo posto nel girone, ma il campo è un disastro. Senza Smalling non abbiamo opzioni'

Roma, Mourinho: 'Voglio il primo posto nel girone, ma il campo è un disastro. Senza Smalling non abbiamo opzioni'

  • 13
Ecco le parole in conferenza stampa di José Mourinho alla vigilia di Servette-Roma che si giocherà domani 30 novembre alle ore 21. La Roma è atterrata a in Svizzera ed è arrivata allo Stade de Genève dove domani affronterà il Servette nel penultimo impegno del girone di Europa League

Che Servette si aspetta?

“La cosa migliore per il Servette sarebbe mettere la seconda squadra domani e concentrarsi per la partita di domenica. Noi chiaramente abbiamo l’idea di trovare il primo posto segnando qualche gol perché c’è la voglia di arrivare primi. Lo so che il Servette in casa parte forte durante i primi minuti dunque speriamo che il Servette abbia la testa al campionato perché il terzo posto dovrebbe averlo ma in casa è una squadra da prendere in considerazione”

Per chi ha giocato di meno domani sarà una prova importante? 
“Domani non pensiamo ai gol ma solo a vincere. La partita è difficile da vincere e non pensiamo ai gol. Se vinciamo e vince anche lo Slavia arriveremo all’ultima partita a vedere la differenza reti e potremmo rischiare a casa nostra con  lo Sheriff che sarà fuori anche per andare in Conference. Per questo è importante vincere domani e vogliamo vincere. Ho avuto purtroppo qualche esperienza  di cambi gli giocatori che non mi hanno dato risposte che mi aspettavo. Kumbulla e Abraham non li penso ora come giocatori, al di là di loro due la difficoltà è dietro. Senza Smalling non abbiamo opzioni. Nelle altre posizioni dobbiamo fidarci degli altri, abbiamo avuto una discussione e tutti sanno di essere importanti. Abbiamo due trasferte, arriveremo a Roma sabato e andremo a Sassuolo. Abbiamo bisogno di tutti e farò dei cambi e mi aspetto una risposta positiva. Mi aspetto una risposta positiva anche da chi non è abituato a stare in panchina e di avere il senso della responsabilità di entrare e fare bene. Dobbiamo fare tre punti, il pareggio non serve a niente. Dobbiamo rischiare tutto per vincere la partita”.

Ci sono tre giocatori che vanno gestiti. Come gestirà Dybala, Sanches e Dybala?
 “Non giocheranno insieme, devo fare gestione e la partita di domenica è molto importante e devo fare questa gestione. La gestione di Renato è ovvia  perché ha questa storia, Lorenzo ha fatto un’ora dopo tanto tempo e Paulo è arrivato dall’Argentina che non è facile e ha giocato 88 minuti. Devo fare gestione, Bove deve fare 90 minuti e fare la doppia maratona e anche altri. Dobbiamo avere la forza psicologica più che altro. Chi gioca dovrà dare tutto, il pareggio non mi dice nulla, se non saremo qualificati domani ci qualificheremo a Roma. Non penso che perderemo ma dobbiamo rischiare tutto per vincere ma dobbiamo anche pensare ai giocatori che hai nominato”.


 

Altre notizie