Commenta per primo
Il Napoli si gode il suo baby talento, Giuseppe Ambrosino. L'attaccante azzurro è diventato uno dei punti forti della Nazionale Under 19 che sta giocando gli Europei di categoria e martedì ha segnato il gol vittoria contro la Slovacchia. Lo stesso Ambrosino ha rilasciato un'intervista ai microfoni de' Il Mattino:

LA NAZIONALE - "Insomma. Già indossare la maglia della Nazionale è un onore non da poco, poi segnare anche è il coronamento di tutti i sogni che facevo da bambino".

L'ESORDIO "Se sono pronto? Perché no. Tutti noi siamo pronti. Il nostro obiettivo è proprio quello di arrivare a indossare la maglia della Nazionale maggiore e rappresentare l’Italia nel Mondo. Sono il primo a voler dare il mio contributo alla Nazionale".

SU GNONTO - "Ci ha fatto gli auguri per l’avventura e ci ha detto che farà il tifo per noi. D’altra parte anche io sono stato il suo primo tifoso quando è stato convocato da Mancini. È un ragazzo eccezionale emerita tutto questo".

NAPOLI - "Per arrivare qui la gavetta con il Napoli mi è servita tantissimo. Perché il Napoli è una grande squadra in lotta per le prime posizioni. Allenarmi con i più grandi è una palestra: non smetto mai di imparare".

L'ISPIRAZIONE - "Mertens è stato per me un grande punto di riferimento e fonte di ispirazione. Anche se da bambino il mio idolo era Ibra".
RUOLO - "Ovviamente mi vedo in attacco, la posizione importa poco. In coppia con Osimhen potremmo trovarci alla grande".

SPALLETTI - "Mi ha fatto sentire importante fin dal primo minuto e mi ha dato la giusta carica per continuare a fare meglio".

FUTURO - "Il mio futuro si vedrà solo dopo l’Europeo".

MATURITÀ - "Per ora il nostro esame è qui con la maglia azzurra ma in questi giorni ci stiamo dedicando anche allo studio. Nel pomeriggio ritagliamo un po’ di tempo per le ripetizioni e ci diamo tutti una mano. Io studio ragioneria e il 6 luglio ci aspettano i professori".

EUROPEI - "Vogliamo chiudere il girone a punteggio pieno».