3

Il tecnico del Napoli, Rino Gattuso, intervenuto in conferenza stampa al termine della semifinale persa contro l'Atalanta per 3-1 commenta così il risultato: “Non ci stiamo facendo mancare nulla, al di là delle cose storte penso che nei primi due gol abbiamo fatto due errori, si poteva fare meglio, dopo non siamo usciti e nella ripresa anbiamo cambiato qualcosa a livello tatico apportando più qualità, ma alla fine c’è qualcosa che ci manca, stiamo commettendo troppi errori. Si gioca ogni tre giorni e dobbiamo cercare di reagire e recuperare”.
 
CONTRO LA JUVE- "Manolas mancherà per un mese, Koulibaly bisognerà vedere, bisogna aspettare, siamo contenti dei 79’ di Osimhen ma non è ancora quello che conosciamo, non è facile ma bisogna fare i compliemnti alla squadra. Un’altra dopo 16’ poteva far finire la gara in maniera diversa contro questa Atalanta. La qualità di gioco del secondo tempo è un fattore positivo, li abbiamo costretti nella loro metà campo, ma ci vuole più attenzione".
 
MOMENTO DURO- "Ho passato momenti più difficili di questo, categorie diverse ma questo è un calcio diverso, nessuno di noi si aspettava di giocare ogni tre giorni senza tifosi, senza preparare nulla, non me lo sarei mai aspettato nella mia vita.Il responsabile sono io ma devo avere la bravura di mantenere concentrazione ed entusiasmo a questa squadra".
 
ULTIMA SPIAGGIA CON LA JUVE- "Non lo so, dovete chiederlo alla sopcietà se contro la Juve è uìl’ultima spiaggia, la responsabilità è mia ma non posso pensare all’ultima gara, devo lavorare e mettere la squadra migliore in campo ridando fiducia ai giocatori. So che ci può stare l’esonero ma ho il dovere di provarci fino alla fine”.